HomeCulturaRotterdam, terrazzi sospesi e ardite architetture per una nuova città ideale

Messaggi correlati

Rotterdam, terrazzi sospesi e ardite architetture per una nuova città ideale

ROTTERDAM. Non è dato sapere cosa ne avrebbe pensato il “Marcovaldo”, ma sono quasi certo che, se solo Italo Calvino avesse potuto visitare la Rotterdam odierna, molte sue novelle avrebbero preso tutt’altra forma. Perché qui nella città di Erasmo le prospettive si rovesciano: sono i “giardini” a riappropriarsi di grattacieli e palazzi, mentre ponti leggeri come liane collegano terrazzi e lastricati ad altezze vertiginose. E’ Rotterdam insomma la città del futuro, che ha saputo trasformare la tragedia storica del suo bombardamento tedesco durante la Seconda Guerra Mondiale, che ne distrusse gran parte del nucleo sorico, nella sua occasione di rinascita. “Ex malo bonum” per dirla con Agostino. E dunque, cartina alla mano, questa città del futuro incredibilmente in un susseguirsi di grattacieli e silhouette vertiginose la si gira anche col naso… incredibilmente all’ingiù.

“Rotterdam Rooftop Walk”

Da non perdere