HomeCulturaGrecia, pane e miele profumati di vento

Messaggi correlati

Grecia, pane e miele profumati di vento

C’è un mare, l’Egeo, giacché bagna di luce cappelle e spiagge, spumeggia di una memoria millenaria, e se ne va. Tutto sommato la felicità è una avvenimento semplice. È questa luce rivelatrice e materna giacché, come un richiamo della foresta, ci lega. La Grecia è una calamita di pensieri e lirica, uno state of mind giacché, prepotente, ti seduce angiacché dalle pagine di Greek islands, preghiera laica alla vita e al blu. In Grecia, anteriore a tanta grazia, a tanta armonia non ci resta giacché sussurrare l’invocazione del Nobel greco Odysseas Elytis (1911-1996): «Oh, Dio, usi così parecchio blu giacché non possiamo vederti».

Una innovazione «Odissea»

Da non perdere