HomeFinanzaBorse col freno tirato, aspettano i dati Usa. A Piazza Affari ancora...

Messaggi correlati

Borse col freno tirato, aspettano i dati Usa. A Piazza Affari ancora debole Bper

Le Borse europee partono con il freno tirato in una giornata che sarà caratterizzata dall’attesa per la pubblicazione di importanti dati macroeconomici americani. Dopo una seduta di mercoledì 26 giugno tutto sommato fiacca, il mercato aspetta nel pomeriggio le indicazioni su sussidi di disoccupazione, Pil e ordini di beni durevoli, mentre nella seduta di venerdì è in calendario il dato sulle spese per consumi, importante anche per valutare le pressioni inflazionistiche. I listini asiatici, intanto, hanno vissuto una giornata in generale ribasso con l’eccezione della Cina dopo il primo incontro tra Washington e Pechino sul commercio dall’elezione del presidente Usa Joe Biden.

Germania, migliora ma delude la fiducia dei consumatori

Migliora la fiducia dei consumatori tedeschi. L’indice Gfk, a giugno, dovrebbe salire a -7,0 punti dopo essere sceso a maggio a -8,6 punti (rivisto), secondo le indicazioni diffuse oggi dall’Istituto che si occupa della definizione dell’indice secondo cui il miglioramento è legato alla diminuzione del numero dei contagi e alla riapertura della vita pubblica dopo mesi di restrizioni introdotte per frenare la ripresa della pandemia. Il dato è tuttavia peggiore delle attese, che erano per una ripresa a -5,5 punti.

Loading…

Andamento Piazza Affari FTSE Mib

Loading…

Petrolio in calo, l’oro resta sui massimi da 4 mesi

Debole il petrolio sulla prospettiva che la produzione iraniana possa tornare sul mercato se le sanzioni su Teheran saranno ritirate. gennaio 8. Oro stabile vicino ai massimi dall’8 gennaio toccati ieri. Dollaro in rafforzamento sotto quota 1,22 per un euro: il rapporto euro/dollaro è a 1,2192 da 1,2206 ieri in chiusura.

Borsa Tokyo chiude in calo, pesano Covid e prese di profitto

Chiusura in calo per la Borsa di Tokyo dove gli scambi hanno risentito dei timori per l’andamento della pandemia nel Paese e delle prese di beneficio in alcuni settore chiave del listino. A fine seduta l’indice di riferimento Nikkei ha registrato un calo dello 0,33% attestandosi a quota 28.549,01 punti. Seduta negativa anche per il più ampio Indice Topix che ha terminato la seduta a 1.911,02 punti, segnando una flessione dello 0,50% rispetto al riferimento precedente.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Ultimi messaggi